Italianismi nella stampa estera

La prima fase della ricerca è stata dedicata a rispondere alle prime due domande. La stampa estera è un campo decisamente vasto, sterminato anzi, se si contano le produzioni non soltanto europee ma mondiali, per cui abbiamo selezionato un piccolissimo numero di testate internazionali, in qualche modo rappresentative di zone geopolitiche e culturali diverse:

1. El País (Spagna)
2. Le Monde (Francia)
3. The Guardian (Gran Bretagna)
4. El Clarín (Argentina)
5. Wall Street Journal (Stati Uniti d’America)
6. Jornal do Brasil (Brasile)
7. China Daily (Cina)

Il corpus è composto da 376 edizioni dei quotidiani, ovvero da tutte le uscite relative al bimestre novembre-dicembre 2009, per un totale di più di 22 milioni di occorrenze di parole testuali. Precisamente, abbiamo esaminato 61 numeri di El Clarín, 60 di El País, 52 del Jornal do Brasil e di China Daily, 51 di Le Monde e 50 di The Guardian e The Wall Street Journal. Un corpus grande, sincronico, multilingue, di modalità scritta contenente integralmente le edizioni dei giornali. Gli italianismi estratti – campione rappresentativo degli italianismi nella stampa estera – occupano dal punto di vista delle occorrenze poco più dello 0,4 % del totale del corpus, circa il 3,5 % delle entrate lessicali (forme di parole).

Nella Tabella 1 le circa 10.000 parole italiane vengono ricondotte ai quotidiani di provenienza che si differenziano anche sensibilmente rispetto all’uso in percentuale di parole italiane, da El País al Wall Street Journal. Le medie sono state calcolate su due numeri di ciascun quotidiano relativi al bimestre oggetto dell’indagine.

  Tabella 1 – Consistenza corpus e percentuale di lessico italiano


 Al di là degli aspetti quantitativi, la Tabella 2 mostra il modo diversificato con cui si distribuiscono i tratti dell’italiano nella stampa estera: dalle parole comuni ai nomi propri, dalle frasi alle polirematiche.

Tabella 2 – Distribuzione per categorie lessicali


Per quanto riguarda la copertura, i nomi propri coprono circa la metà dell’intero campione, seguiti da marchi, toponimi e nomi comuni.  Oltre ai nomi propri, le categorie più rappresentate variano da quotidiano a quotidiano, ma sono generalmente marchi (in China DailyLe Monde e The Wall Street Journal) o toponimi (in Clarín ed El País). Il grado di variabilità lessicale (rapporto entrate/occorrenze) è simile soprattutto per marchi, nomi comuni e nomi propri. Questo riflette la grande variabilità delle entrate rispetto alle occorrenze; infatti, sono relativamente poche le forme con grandi ripetizioni.

Tabella 3 – Entrate più frequenti


La concentrazione di italianismi per zone dei giornali è abbastanza simile per i quotidiani esaminati. Gli italianismi tendono a concentrarsi nelle parti centrali dei giornali (zone occupate in diverso modo da giornale a giornale), con una tendenza verso l’ultima parte in China Daily e in The Guardian, che generalmente posiziona a fine giornale approfondimenti di cronaca e politica estera, recensioni varie e temi dello spettacolo, sezioni maggiormente affollate di italianismi, come mostra la Tabella 4.

 Tabella 4 – Tipologie di contenuti


Tabella 5 – Tipologie di contenuti per categorie lessicali

La distribuzione per tipologie di notizie e di contenuti, presentata nelle tabelle 4 e 5, è molto significativa. Da una veloce lettura delle tabelle è possibile, ad esempio, farsi un’idea della presenza di italianismi nei diversi settori dell’informazione, o attraverso le occorrenze dei nomi propri è possibile avere un indice delle personalità più ricorrenti sulla stampa internazionale, anche in questo caso settore per settore. Per analisi mirate e approfondite sia di sintesi che sui diversi quotidiani rinviamo al nostro volume.

 

Riferimenti bibliografici:

Petrilli, R., Il lessico italiano nella stampa estera, in R. Petrilli, 2011.
Diodato, F., I mass media esteri e l’Italia. Uno sguardo ai contenuti in R. Petrilli, 2011.
Femia, D., Forme e strutture della stampa internazionale: dati e categorie per un confronto, in R. Petrilli, 2011.
Giudice, T., Le parole italiane di China Daily, in R. Petrilli, 2011.
Diodato, F., Le parole italiane del Clarín, in R. Petrilli, 2011.
Diodato, F, Le parole italiane del Jornal do Brasil, in R. Petrilli, 2011.
Petrilli, R., Le parole italiane di Le Monde, in R. Petrilli, 2011.
Giudice, T., Le parole italiane di El País, in R. Petrilli, 2011.
R. Petrilli, L’italiano da esportazione. Discorsi e italianismi stilistici. Perugia, Guerra edizioni, 2011.

 

 

Torna indietro

Italianismi nella stampa estera  -  Il Corpus radiotelevisivo  -  Metafore ed espressioni idiomatiche
Specifiche per la trascrizione annotata dei testi audiovisivi  -  Registro delle trascrizioni

I commenti sono disattivati