• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Grazia Sommariva

L-FIL-LET/04 Lingua e letteratura latina

Ruolo: ricercatore

Studio: Complesso S. Carlo, stanza attigua all'aula 13, studio n.18

Telefono: 0761 357890

Email: sommariv@unitus.it



Prossime date di ricevimento studenti: 30 giugno, ore 17.
Si
raccomanda agli studenti di consultare periodicamente questa pagina, per conoscere eventuali variazioni dell'orario di ricevimento.

Per informazioni di carattere individuale, gli studenti potranno inoltre contattare la docente all'indirizzo sommariv@unitus.it. Si pregano gli studenti di non chiedere per e-mail informazioni generali, facilmente reperibili sul sito internet di Ateneo.
Se chiedono informazioni sulla loro situazione individuale, gli studenti sono pregati di indicare chiaramente gli estremi del loro caso (corso di laurea triennale o magistrale e ogni altra informazione utile).

Le pagine con i programmi aggiornati dei singoli insegnamenti sono disponibili sulla piattaforma didattica (http://www.didattica.unitus.it/web/index.asp?anno=2017): selezionare il proprio corso di studio, e poi, dalla colonna di sinistra, il link "Insegnamenti attivi".

Grazia Sommariva (La Spezia 1953) si è laureata in Lettere Classiche, cum laude, presso l'Università degli studi di Pisa, con la tesi in Letteratura Latina Lucrezio come precursore degli elegiaci, relatore Vincenzo Tandoi.
Nel 1987 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Filologia Greca e Latina presso l'Università “La Sapienza” di Roma con la dissertazione Indagini sulla tecnica letteraria di Hildebert di Lavardin.
Dal 1987 è ricercatore di Lingua e Letteratura Latina presso la Facoltà di Lingue dell'Università degli Studi della Tuscia. Dal 2002 tiene, nella medesima Facoltà, come professore aggregato l'insegnamento di Storia del Teatro Classico. Dal 2011 tiene anche il corso di Lingua e Letteratura Latina.
Le sue ricerche sono orientate principalmente sull'analisi filologica dei testi, sulla loro esegesi, sulle strategie intertestuali poste in opera dagli autori classici. Gli argomenti da lei privilegiati nella ricerca e nell'insegnamento sono la poesia d'età augustea e post-augustea, la presenza dell'epicureismo nella poesia latina classica, il romanzo classico, la narratologia, il teatro classico e il Fortleben delle opere classiche greche e latine in età medievale, umanistica e nella cultura popolare moderna.
Ha pubblicato saggi su Lucrezio, sui poemetti erotico-didascalici di Ovidio, sull'elegia erotica latina, su Svetonio e sull'umanista Angelo Sabino. Negli ultimi anni si è dedicata in prevalenza allo studio di Petronio, con particolare riferimento alle parti metriche del Satyricon. Sta ultimando un commento in tre volumi ai carmi dell'Anthologia Latina attribuiti a Petronio, opera della quale sono già uscite le prime due parti, dedicate rispettivamente ai carmi parodici della poesia didascalica e ai carmi su temi diatribici ed etici. Inoltre sta pubblicando uno studio di più ampio respiro incentrato sulle strategie narrative elaborate da Petronio e sulla presenza nel Satyricon di elementi metaletterari.

 

MONOGRAFIE

 Petronio nell’Anthologia Latina. Parte I. I carmi parodici della poesia didascalica, Sarzana, Agorà Edizioni, 2004

Petronio nell’Anthologia Latina. Parte II. I carmi su temi diatribici ed etici, Lugano, Lumières Internationales, 2010

 CURATELE

 V. Tandoi, Scritti di filologia e di storia della cultura classica, 2 voll., Pisa, Giardini, 1992 (con F.E. Consolino, G. Lotito, M.-P. Pieri, S. Timpanaro, M.A. Vinchesi)

 AMICITIAE MVNVS. Miscellanea di studi in memoria di Paola Sgrilli, a cura di Grazia Sommariva, La Spezia, Agorà Edizioni, 2006

 ARTICOLI

 La parodia di Lucrezio nell’Ars e nei Remedia ovidiani, «Atene & Roma» n.s. XXV, 1980, pp. 123-148

 Lucr. 5, 1012a, «Studi italiani di filologia classica» LIII, 1981, pp. 216-224

 Il proemio del De rerum natura di Lucrezio e l’inno a Demetrio Poliorcete, «Studi italiani di filologia classica» LIV, 1982, pp. 166-185

 Eumolpo, un ‘Socrate epicureo’ nel Satyricon, «Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa» Cl. di Lettere e Filosofia, III serie, XIV. 1, 1984, pp. 25-53

 La morte di Alcesti, «Quaderni dell-A.I.C.C. di Foggia» 4, 1984, pp. 29/31

 Petronio, Satyr., frr. 37 e 47 Ernout, in V. Tandoi (ed.), Disiecti membra poetae, I, Foggia, Atlantica Editrice, 1984, pp. 117-145

 Rotundum horti tuber. Petr. Satyr. 109, 10, «Atene & Roma» n.s. XXX, 1985, pp. 45-52

 Un epigramma dell’Anthologia Latina attribuibile a Petronio, in V. Tandoi (ed.), Disiecti membra poetae, II, Foggia, Atlantica Editrice, 1985, pp. 206-222

 Un epigramma di Petronio presso Hildebert?, in V. Tandoi (ed.), Disiecti membra poetae, III, Foggia, Atlantica Editrice, 1988, pp. 120-152

 ‘Ora manusque vendere’: fortuna di un motivo sallustiano, «Atene & Roma» n.s. XXXV, 1990, pp. 26-29

 La sapientia di Quartilla. Una rilettura di Petronio Satyr. 18, 6, «Atene & Roma» n.s. XXXV, 1990, pp. 78-88

 Il barbiere di Mida, «Filologia antica e moderna» I, 1991, pp. 107-117

 Gli intermezzi metrici in rapporto alle parti narrative nel Satyricon di Petronio, «Atene & Roma» n.s. XLI, 1996, pp. 55-74

 Far mercato della giustizia: l’intermezzo metrico dell’episodio del forum (Petr. Satyr. 14, 2), «Filologia antica e moderna» VIII, 1998, pp. 9-29

 La novella del vetro infrangibile e un preteso incidente nella Cena Trimalchionis, «Filologia antica e moderna» X, 2000, pp. 45-67

 Nomen amicitiae (Petronio, Satyricon, 80, 9, vv. 1-8), in R. Badalì (ed.), SATVRA. Studi in onore di Franco Lanza, Viterbo, Sette Città, 2003, pp. 285-294

 Morire come un artifex: ancora sulle ultime parole di Nerone presso Svetonio (Nero 49), in G. Sommariva (ed.), AMICITIAE MVNVS. Miscellanea di studi in memoria di Paola Sgrilli, La Spezia, Agorà Edizioni, 2006, pp. 221-239

 Sub arta vite (Ad Horat. Carm. I 38, 7-8), «Latinitas» 2007, pp. 350-352

 Lo scenario urbano nella letteratura erotica latina, in Le forme del testo e l’immaginario della metropoli, Atti del convegno, Viterbo 29-31 ottobre 2007, Viterbo, Sette Città, 2008, pp. 63-71

L’umanista Angelo Sabino e l’Odyssea decurtata del ms. Diez. B. Sant. 41 di Berlino, in G. Platania, C. Rosa, M. Russo (a cura di), Hinc illae lacrimae! Studi in memoria di Carmen Maria Radulet, II, Viterbo, Sette Città, 2010, pp. 466-479

Carmina medicalia: note di lettura, in In amicitia per Renato Badalì. Una giornata di studi, lunedì 8 giugno 2015, Viterbo, Casa Editrice Serena, 2015, pp. 115-135 Seneca in Petronio: alcune considerazioni, in Cinque incontri sulla cultura classica, «I Quaderni di ‘Atene e Roma’» 5, Lecce, Pensa Multimedia, 2015, pp. 135-148

 RECENSIONI

 Recensione a F. Giancotti, Il preludio di Lucrezio e altri scritti lucreziani ed epicurei, Messina-Firenze 1981, in «Atene & Roma» n.s. XXIII, 1978, pp. 193-196

 Recensione a L. ADAMS ROLLAND, Lucretius and the Transpadans, Princeton 1979, in «Quaderni dell’A.I.C.C. di Foggia» 4, 1984, pp. 137-139

 Recensione a  A. Guaglianone, Pentadio. Le sue elegie e i suoi epigrammi, Padova 1984, in «Atene & Roma» n.s. XXXIII, 1988, pp. 186-190

 Recensione a A. Aragosti – A. Cotrozzi – P. Cosci, Petronio: l’episodio di Quartilla, Bologna 1988, in «Atene & Roma» n.s. XXXIV, 1989, pp. 137-139

 Recensione a C. Panayotakis, Theatrum Arbitri. Theatrical Elements in the “Satyrica” of Petronius, Leiden – New York – Köln 1995, in «Filologia antica e moderna» IX, 1999, pp. 154-158

 SCHEDE BIBLIOGRAFICHE

 Scheda di Lucrezio. Letture critiche, a cura di L. PERELLI, Milano 1977, in «Atene & Roma» n.s. XXII, 1977, pp. 207-208

 Scheda di A. GRAFTON, Petronius and Neo-Latin Satire: the Reception of the “Cena Trimalchionis (in «Journal of the Warburg and Courtauld Institute» LIII, 1990, pp. 237-249), in «Roma nel Rinascimento» 1992, pp. 244-245

Ultimi lavori scientifici disponibili in archivio aperto

  • SUB ARTA VITE (Nota esegetica a Horat. Carm. I 38, 7-8)
    (Title: SUB ARTA VITE (Nota esegetica a Horat. Carm. I 38, 7-8) Authors: Sommariva, Grazia Abstract: A new exegesis of Horace, Carmina, I 38, 7-8. The adjective 'arta', applied to the vineyard, does not mean “small” or “dense”, according to the traditional explanations, but “less leafy, defoliated”: it refers to the vineyard’s shadow in early autumn, when the vine’s foliage is less rich. Description: Italian translation of the original essay published in Latin.)
  • Lo scenario urbano nella letteratura erotica latina
    (Title: Lo scenario urbano nella letteratura erotica latina Authors: Sommariva, Grazia Abstract: A survey of the classic issue 'urbanitas' versus 'rusticitas' applied to love in Latin comedy, epigrammatic poetry, elegy and novel. The prominence of the city in late republican and Augustan poetry is grounded on the philosophical debate about human civilization and progress promoted by Lucretius, the epicurean poet who was critic about the moral shortcomings of modern urban society. Inspired by the lucretian speculation on progress, Vergilius (in eclogue X), the elegists, and especially Tibullus (in elegy II 3), explore the close connection existing between love and urban background, while Ovid praises Rome as the city of love and Venus’ realm.)
  • "Morire come un artifex". Ancora sulle ultime parole di Nerone presso Svetonio ("Nero" 49)
    (Title: "Morire come un artifex". Ancora sulle ultime parole di Nerone presso Svetonio ("Nero" 49) Authors: Sommariva, Grazia Abstract: A discussion of Nero’s last words "Qualis artifex pereo" in Suetonius’ dramatic report. The traditional exegesis of the line and of the word artifex are questioned. The noun "artifex" does not mean “great artist” but it is used by Nero in its usual and generic sense of “craftsman”, “artisan”. The damnatio deprives Nero of the apotheosis due to emperors, so he is complaining about the burial ceremonies prepared for him, as humble as those granted to poor craftsmen by their collegia.)
  • L'umanista Angelo Sabino e l'Odyssea decurtata del ms. Diez. B. Sant. 41 di Berlino
    (Title: L'umanista Angelo Sabino e l'Odyssea decurtata del ms. Diez. B. Sant. 41 di Berlino Authors: Sommariva, Grazia Abstract: Angelus Sabinus’ paternity of the Odyssey in epistolary form (Odyssea decurtata) preserved in ms. Diez. B. Sant. 41 in Berlin is confirmed by Angelus himself, who, in his poem in praise of pope Pius II (Epaeneticum) claims to have composed in his youth, under the pontificate of Callistus III (1455-1458), verses about Ulysses, the Naritius dux. The evidence that Angelus Sabinus is the author of the Odyssea decurtata may also shed new light on the vexata quaestio of the authorship of the three epistles composed in response to three of Ovid’s Heroides, generally ascribed to Angelus, but newly attributed by Häuptli, the latest editor of the Ovidiana, to the ancient poet Sabinus, Ovid’s contemporary and friend. The essay also debates the question of the identity of Fatius, scriptor of the ms.)
  • Petronio nell'Anthologia Latina, Parte seconda. I carmi su temi diatribici ed etici
    (Title: Petronio nell'Anthologia Latina, Parte seconda. I carmi su temi diatribici ed etici Authors: Sommariva, Grazia Abstract: A commentary on six of the poems attributed to Petronius preserved in the "Anthologia Latina": AL 471, 474, 478, 470, 692 Riese.)
  • I romanzi di Margaret Anne Doody su Aristotele detective
    (Title: I romanzi di Margaret Anne Doody su Aristotele detective Authors: Sommariva, Grazia Abstract: L’articolo presenta i romanzi di M.A. Doody imperniati sulla figura di Aristotele, delineandone le caratteristiche di accuratezza storica e filologica che li distinguono dalla folta produzione ‘di consumo’ di romanzi storici ambientati nell’antichità classica, greca e latina. Nella seconda parte del saggio si illustrano le promettenti potenzialità di utilizzo dei romanzi della Doody, in prospettiva interdisciplinare, nella didattica universitaria non solo della storia antica, ma anche delle letterature classiche e, più in generale, della teoria dei generi letterari.)

           

Direttore: Prof. Giulio Vesperini 

tel. 0761 357899


Segreteria: tel. 0761 - 357876, fax 0761 - 357875

Via San Carlo, 32 - Viterbo

Contatti

seguici su facebook-icon    ios homescreen icon