• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

   

 

 

 

cop dionisi 2015

 

Renée Ferrer, Racconti dall'isola senza mare, (cura, introduzione e traduzione di Maria Gabriella Dionisi), Oèdipus ed. Salerno/Milano, 2014





In breve

 

A dispetto dell'antico preconcetto secondo cui il racconto doveva esser e considerato un genere minore, privo di personalità propria, prevalentemente di carattere popolare e legato al folclore, sono stati molti gli scrittori ispanoamericani di grande forza narrativa che, in tempi e con stili diversi, lo hanno coltivato e trasformato in un'espressione letteraria ben definita.
Tra gli autori che hanno dato lustro a questo genere, si colloca Renée Ferrer, già nota al pubblico italiano per il romanzo I nodi del silenzio (Oèdipus 2005) e per avere vinto a Salerno, con il racconto "Lo scrigno dei buoni ricordi", il Premio Lo Stellato nel 2006.
Poeta, autrice di varie raccolte di racconti e di romanzi, si è affermata dentro e fuori dei confini nazionali grazie al suo stile ricercato e sapiente. Attenta interprete del nostro tempo, meticolosa studiosa della storia politica del proprio paese, penetrante e lucida mente critica, Renée Ferrer è considerata dalla critica internazionale una delle voci più interessanti della letteratura paraguayana, tanto da essere stata presentata nel 2008 la sua candidatura al Premio Nobel per la Letteratura.
Il volume Racconti dall'isola senza mare riunisce sedici racconti estrapolati dalle sue prime tre raccolte, e si propone come un affresco potente e vibrante di un mondo periodicamente minacciato da alluvioni, siccità, dittature e guerre fraticide. Al contempo, attraverso la narrazione di frammenti di vita, delle storie di piccoli e grandi ineroi che combattono con disperazione contro la perdita di ogni sogno, dimostra che è sempre possibile costruire ponti per superare l'isolamento e lottare per liberarsi dallo "stigma dell'oppressione [e] del silenzio".


oedipus logo








           

Direttore: Prof. Giulio Vesperini 

tel. 0761 357899


Segreteria: tel. 0761 - 357876, fax 0761 - 357875

Via San Carlo, 32 - Viterbo

Contatti

seguici su facebook-icon    ios homescreen icon